• Call Us +1 123-456-7890

All’interno della normativa esistente, il lavoro della società è regolato a livello nazionale da (autorità di regolazione energia reti e ambiente) ARERA ed a livello regionale da ATERSIR (autorità regionale servizio idrico e rifiuti) .

Le tariffe, gli indici di performance, i costi operativi, gli investimenti e molti altri parametri operativi sono da rendicontare periodicamente alle autorità per definire i livelli di standard complessivo.

É entrato in vigore dal 1° gennaio del 2016 il Metodo Tariffario Idrico 2016/2019, il nuovo quadro di regole approvato dall’Autorità (ARERA) per tariffe idriche sempre più capaci di incentivare i necessari investimenti nel settore, garantendo allo stesso tempo la sostenibilità dei corrispettivi applicati all’utenza, favorendo il miglioramento della qualità dei servizi, la razionalizzazione delle gestioni e riconoscendo in modo efficiente i costi per le sole opere effettivamente realizzate.

Con la delibera 664/2015/R/idr, giunta al termine di un’ampia consultazione con tutti i soggetti interessati, l’Autorità per il secondo periodo regolatorio del sistema idrico integrato (SII), di durata quadriennale, intende continuare l’avviato percorso di sviluppo del settore attraverso una regolazione stabile e certa, elevando gli standard del servizio e la sostenibilità sociale e ambientale della fornitura, nel rispetto dell’economicità, efficienza ed equilibrio economico finanziario nelle gestioni.