• Call Us +1 123-456-7890

I parametri utilizzati sono ricavati dalla cosiddetta “Articolazione tariffaria del servizio idrico” così dettagliata:

  • Quota fissa divisa tra utenza residente e non residente

Quota che si paga indipendentemente dal consumo e copre una parte dei costi fissi che il gestore sostiene per erogare il servizio.

  • Servizio acquedotto diviso per scaglioni di consumo

Tramite questo servizio l’acqua viene prelevata alla fonte, trattata mediante potabilizzazione e immessa nella rete idrica per la distribuzione all’utenza. L’utente paga questo servizio con una quota variabile in base ai metri cubi consumati e differenziata secondo gli scaglioni di consumo.

  • Servizio di fognatura

Tramite il servizio di fognatura le acque superficiali e le acque provenienti dalle attività umane sono raccolte e convogliate nella rete fognaria, fino al depuratore. L’utente paga il servizio con una quota variabile (euro/mc) in proporzione ai metri cubi consumati. Ad esempio se sono stati consumati 50 metri cubi di acqua potabile, la quota servizio di fognatura è calcolata su una quantità di 50 metri cubi.

  • Servizio di depurazione

Tramite il servizio di depurazione, le acque raccolte dalla fognatura vengono trattate in appositi impianti e rese compatibili con l’ambiente per poter essere rilasciate. L’utente paga questo servizio con una quota variabile (euro/mc) in proporzione ai metri cubi consumati. Ad esempio se sono stati consumati 50 metri cubi di acqua potabile, la quota servizio di depurazione è calcolata su una quantità di 50 metri cubi.

  • Oneri di perequazione o componenti tariffare ( UI1, UI2, UI3 )

Si tratta di addebiti a carico di tutti gli utenti del servizio o di tutti gli utenti che fanno parte di una certa tipologia; servono a compensare costi sostenuti nell’interesse generale del sistema, ad esempio per sostenere interventi di solidarietà in caso di calamità naturali o per agevolazioni sociali.

  • Deposito cauzionale

É una somma di denaro che l’utente versa al gestore a titolo di garanzia e che deve essere restituita dopo la cessazione del contratto nel rispetto delle condizioni contrattuali in vigore.

  • Addebiti accrediti diversi

Comprendono gli addebiti/accrediti diversi da quelli per la fornitura dei servizi di acquedotto, fognatura, depurazione e dalla quota fissa. Sono, ad esempio: i contributi di allacciamento alla rete, il deposito cauzionale o gli interessi di mora o per gli accrediti, eventuali indennizzi previsti dalla Carta dei Servizi. In bolletta è sempre evidenziato a cosa si riferiscono. A seconda della tipologia possono essere soggetti o meno all’iva.

N.B. i criteri sopra citati sono applicati sino all’entrata in vigore della nuova articolazione tariffaria ( T.I.C.S.I.)


Periodicità di emissione delle bollette

Le bollette vengono emesse con cadenza trimestrale e in esse vengono considerate le letture degli utenti e le letture fatte dai letturisti; in assenza di consumi reali viene stimato un consumo presunto da conguagliarsi.